Archivia 2019

[G. Rivosecchi] La parificazione dei rendiconti regionali nella giurisprudenza costituzionale

L’inquadramento della parificazione dei rendiconti nella prospettiva della giurisprudenza costituzionale non può prescindere da una più ampia analisi dei recenti sviluppi nella funzione di controllo delle finanze pubbliche, ponendo anzitutto in rilievo, per quanto qui interessa, come il dato economico-finanziario abbia progressivamente influenzato le motivazioni delle sentenze della Corte costituzionale. Basti pensare che, ancora prima della sua riforma, rivolta a costituzionalizzare il precetto dell’equilibrio, l’art. 81 Cost. negli ultimi quindici anni è stato evocato a parametro nei giudizi di costituzionalità con una frequenza sempre più intensa. Nel complesso della sua attività, la Corte costituzionale ha emesso circa trecentocinquanta pronunce per definire giudizi in riferimento ad asserite violazioni del parametro in parola. Tra queste, più di due terzi sono state rese a seguito di ricorsi promossi in via principale. Ciò dimostra che il principio della copertura finanziaria e, successivamente, dell’equilibrio di bilancio incide più direttamente sulle relazioni tra enti territoriali che su quelle intersoggettive. In effetti, le “strettoie” dell’accesso in via incidentale specie in punto di rilevanza delle disposizioni contenute nella legislazione finanziaria si riflettono sulla difficoltà di assicurare la giustiziabilità dell’equilibrio di bilancio, anche se negli ultimi anni si registrano maggiori “aperture” in favore dell’ammissibilità di questioni sollevate in riferimento agli artt. 81 e 119 Cost., ad esempio per l’esigenza di assicurare il parallelismo tra funzioni e risorse ai diversi livelli territoriali di governo e, quindi, l’adeguato finanziamento dei servizi sociali affidati agli enti sub-statali… (segue)

Su Federalismi.it, NUMERO 15 – 31/07/2019

Principi e procedure di bilancio nelle istituzioni italiane ed europee. In ricordo di Paolo De Ioanna

Quando: 14 gennaio 2019 ore 16:00

Dove: Sala delle Colonne Viale Pola 12, Roma

Maggiori informazioni: http://www.luiss.it/evento/2019/01/14/principi-e-procedure-di-bilancio-nelle-istituzioni-italiane-ed-europee-ricordo-di-


Seminario organizzato congiuntamente dal CESP Centro di Studi sul Parlamento LUISS, Fondazione Bruno Visentini e LUISS School of Law.
Scomparso nell’agosto scorso, De Ioanna è stato l’uomo dei conti pubblici per molti anni, Consigliere di Stato, ha servito a lungo l’amministrazione dello Stato ai massimi livelli, lavorando fianco a fianco con ministri del Tesoro del calibro di Carlo Azeglio Ciampi e Tommaso Padoa Schioppa, traversando governi e maggioranze politiche.

Programma

Gustavo Visentini LUISS – Fondazione Bruno Visentini “Un saluto e un ricordo”
Paolo Aquilanti Consiglio di Stato “Paolo De Ioanna: un itinerario tra Parlamento, Governo e Università”
Nicola Lupo LUISS CESP “Le procedure di bilancio tra Italia e Unione Europea”
Giancarlo Montedoro Presidenza della Repubblica “Il rapporto tra politica e amministrazione”
Lucio Landi Ufficio Parlamentare di Bilancio “Economia e politica: alla ricerca di una conciliazione”

Intervengono
Melina Decaro LUISS
Marcello Degni Corte dei Conti
Cristina Fasone LUISS
Luigi Gianniti Senato della Repubblica
Chiara Goretti Ufficio Parlamentare di Bilancio
Maurizio Meschino Consiglio di Stato
Daria Perrotta Presidenza del Consiglio dei Ministri
Edoardo Reviglio Cassa Depositi e Prestiti
Guido Rivosecchi Università LUMSA di Palermo

 Registrazione all’evento